la fontana dei poveri

[audio:http://www.elvioangeletti.it/wp-content/uploads/2012/03/Atardecer.mp3|titles=Atardecer]

 

 
Acqua fresca che sgorgava
dalla sorgente antica
infondo alla stradina
ritrovo per le donne
con l’orcio in testa 
mentre le pecore dalla lunga lana
giravano Intorno
I miei con la botte sopra il carro
a far la scorta per l’abbeveraggio 
 
Son passato ieri dopo tanti anni
ho trovato la mia fontana
sempre lì,  
viva con suo ruscello infondo ai campi
all’ombra del pioppeto
ma…
sopra un cartello  
ben marcato
Non bere !!!