il primo rigo

03 – Aires de Otono
foglio vuoto

 

È triste quando il voler dello scrivere
attanaglia e neanche una parola esita
all’orizzonte.

 Evado nel cercar parole sbirciando
il cielo grigio e il mare che rompe le sue onde alte
quasi a toccare il muretto di confine.

 Cerco d’osservare il passo veloce della
gente lungo la via trattenendo l’ombrello
dalle folate del vento.

 Sfoglio un libro in bianco e nero
ma non trovo sfogo in alcun pensiero
una scatola vuota esaurita nel tempo è la sensazione

 Giro il foglio lo guardo, lo straccio , ancora carta bianco
prendo la penna e
nel primo rigo lentamente la prima emozione appare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *